Riberella - Arancia Ribera di Sicilia D.O.P.


ARANCIA DI RIBERA DOP ALLA 15ª GRANFONDO DI CICLISMO

UN PERCORSO TRA NATURA E CULTURA.

RIBERA 26 APRILE 2015

 

L’arancia di Ribera DOP incontra lo sport e promuove lo star bene. Anche quest'anno il Consorzio di Tutela, grazie ai fondi del PSR Sicilia Misura 133 dalla Regione Siciliana Assessorato dell’Agricoltura, partecipa infatti alla 15^ Granfondo di Ciclismo che si svolgerà domenica 26 aprile 2015, denominata “Ribera Città delle Arance – Trofeo Riberella”, quarta prova del Campionato Interregionale Sicilia Calabria di Granfondo e Mediofondo 2015, organizzata dall’A.S.D. Pedale Riberese con il patrocinio del comune di Ribera. Prevista la presenza di circa 500 ciclisti, provenienti da tutta Italia, i quali potranno percorrere le strade della “Via della Zagara dell’arancia di Ribera” e fare un pieno di energia con una spremuta di arancia di Ribera DOP.

Un percorso immerso nel profumo di zagara con partenza alle ore 7 dalla piazza Duomo di Ribera, data dal sindaco della città, fino a Sciacca, città del pesce azzurro, attraverso la valle degli agrumi del fiume Verdura, proseguendo per Caltabellotta, città della pace a 760 metri di altitudine, Sant’Anna, Calamonaci, Villafranca Sicula e poi Burgio, città della ceramica, e arrivo infine a Ribera presso la Villa Comunale dopo aver percorso ben 130 chilometri, con un dislivello di 2342 metri.

In questa quindicesima edizione, sarà consegnata ai primi classificati d’ogni categoria la prestigiosa “maglia arancione”, simbolo della manifestazione, dal colore dell’arancia di Ribera DOP, la nostra eccellenza dell’agroalimentare italiana.

Un originale percorso tra gli agrumeti della “Via della zagara dell’arancia di Ribera DOP”, dove ognuno può procedere con la propria andatura, ammirando il bel paesaggio nel bel mezzo dei giardini di Agrumi in fiore. In tale cornice naturalistica, la passione per lo sport si armonizza bene con il desiderio di conoscere gli aspetti più significativi del territorio di produzione dell’arancia di Ribera DOP, ricco di storia e di tradizione, di paesaggi incantevoli e memorie artistiche, di profumi e sapori.

L’arancia di Ribera DOP si inserisce in questo importante contesto con l’obiettivo di di valorizzare le peculiarità dell'arancia di Ribera, unico agrume a DOP, e di diffondere tra le fasce giovanili, che abitualmente praticano lo sport, i principi di una corretta alimentazione e la conoscenza dei benefici derivanti dall’apporto equilibrato di frutta nella dieta.

UN SORSO DI SALUTE CON L’ARANCIA DI RIBERA DOP, BUONA DA BERE BUONA DA MANGIARE

 

EDUCATIONAL TOUR 'LE VIE DELLA ZAGARA'

SICILIA 14-17 APRILE 2015

Un educational tour degli agrumi di Sicilia, dal Mandarino di Ciaculli all’arancia di Ribera DOP per proseguire nell’area orientale con il limone di Siracusa IGP, l’arancia rossa di Sicilia IGP e il limone Interdonato IGP finalizzato a presentare gli itinerari di turismo relazionale integrato “Le Vie della Zagara”.

Promosso dal Distretto Agrumi di Sicilia e dai Consorzi di tutela con il contributo dell’ICE, dal 14 al 17 aprile una delegazione di tredici giornalisti stranieri, appartenenti a diverse  testate del settore agrituristico e gastronomico, percorreranno l’itinerario delle Vie della Zagara degli agrumi siciliani.

La strada tematica, che nel territorio in esame diventa specificatamente la via della zagara dell’arancia di Ribera DOP individua nell’area di coltivazione costituita da quattordici comuni, i “giardini” monumenti, le bellezze artistiche e paesaggistiche, le aziende, i prodotti, i profumi e tutte quelle sensazioni, indispensabili per il moderno viaggiatore e/o turista alla scoperta di un territorio o di un prodotto.

Un itinerario turistico, culturale e gastronomico da proporre a operatori turistici, alle agenzie di viaggio, alle scuole, e a tutti coloro desiderano scoprire i valori di un territorio e dei loro artefici.

Il Consorzio di tutela dell’arancia di Ribera DOP, grazie al progetto finanziato da Agensud e al protocollo d’intesa sottoscritto con il GAL Sicani, sta predisponendo e classificando gli itinerari dell’arancia di Ribera DOP che verranno presentati ad EXPO nella prima settimana di agosto 2015 nel Cluster Biomediterraneo.

L’educational tour rappresenta un’occasione per presentare dal punto di vista turistico il territorio dell’arancia di Ribera DOP con l’obiettivo di valorizzare e promuovere la cultura degli agrumi come patrimonio della Sicilia, cultura inserita in un contesto territoriale ed intersettoriale di fruizione delle risorse, allo scopo di creare sviluppo economico e sociale.

 

PROGRAMMA

La Via della Zagara dell’arancia di Ribera DOP - RIBERA 15 APRILE 2015

- Accoglienza del Presidente Giuseppe Pasciuta  presso l’azienda agricola del cav. Paolo Ganduscio;

- Visita al Castello Poggio Diana, sito valle del fiume Verdura, culla dell’arancia di Ribera DOP tra agrumeti e riserva naturale accompagnati dal dott. Domenico Macaluso e dal giornalista Michele Termine;

- Trasferimento nella valle del fiume Magazzolo e visita dello stabilimento dell’OP Makeda;

- Percorso in bus tra agrumeti e le diverse bellezze paesaggistiche ed archeologiche del territorio - sito archeologico di Eraclea Minoa, Capo Bianco, la riserva naturale orientata del fiume Platani e la sua caratteristica ansa, le spiagge di Eraclea Minoa, Torre Salsa e Borgo Bonsignore;

- Trasferimento ad Agrigento e visita del Giardino delle esperidi della Kolymbethra nella Valle dei Templi di Agrigento, patrimonio dell’Unesco in compagnia di Giuseppe Lo Pilato, direttore del giardino.

- Light lunch nel giardino della Kolymbethra offerto dal Consorzio di tutela dell’Arancia di Ribera DOP.

 

All'educational tour parteciperanno:

n. 13 Giornalisti provenienti dalla Germania, Francia, Spagna, Inghilterra, Austria, Russia e Giappone;

n. 1 Delegato dell’ICE;

n. 3 Rappresentanti del Distretto Agrumi di Sicilia, dell’Associazione Gusto di Campagna e del Consorzio di tutela;

n. 4 Interpreti

 

ALL'ORTOMERCATO DI BRESCIA PROTAGONISTI GLI AGRUMI SICILIANI DOP IGP E BIO 27-28 MARZO 2015

 

Gli agrumi siciliani DOP e IGP approdano al mercato ortofrutticolo di Brescia il prossimo venerdì 27 marzo (ore 11) con un workshop rivolto a grossisti e operatori dell’Ortomercato che ogni giorno selezionano la migliore merce destinata alle piccole e grandi botteghe di frutta e verdura della Lombardia e del Trentino.

 

E’ una delle iniziative promosse dal Distretto degli Agrumi di Sicilia e i Consorzi di tutela Arancia di Ribera DOP, Arancia Rossa di Sicilia IGP, Limone di Siracusa IGP e Limone Interdonato IGP, in collaborazione con la Cia regionale, grazie al progetto finanziato dal Mipaaf “Attraverso le Vie della Zagara”, nell’ambito delle iniziative Expo 2015 per valorizzare la migliore produzione agrumicola siciliana – Dop, Igp e bio – e garantire la presenza dei veri agrumi siciliani sui banchi vendita dei mercati attraverso una filiera controllata che dal produttore arriva sulle tavole degli italiani. Sabato 28, invece, porte aperte ai bresciani che potranno visitare l’Ortomercato e conoscere da vicino gli agrumi siciliani Dop, Igp e bio.

 

L’azione del Distretto a sostegno della filiera agrumicola e, contemporaneamente, dei consumatori italiani che vogliono acquistare frutta “Made in Sicily”, comincia dalla Lombardia e dall’Ortomercato di Brescia, secondo mercato della regione che serve anche la popolazione di Cremona, Mantova e parte di Bergamo, Sondrio e Trento.

 

Di scena il 27 e il 28 marzo a Brescia saranno le quattro eccellenze agrumicole siciliane legate a specifici territori di produzione dell’isola e provenienti da colture a lotta integrata (con una drastica riduzione dei prodotti di sintesi) e biologiche (dove vengono sfruttati i rapporti di antagonismo fra gli organismi viventi). Sono l’Arancia Rossa di Sicilia Igp (proveniente dagli agrumeti ai piedi dell’Etna e dalle province di Catania, Siracusa ed Enna), l’ Arancia di Ribera DOP (territorio di coltivazione 14 comuni della provincia di Agrigento con epicentro Ribera), il Limone Interdonato Messina Igp e il Limone di Siracusa Igp.

 

Spiega Federica Argentati, presidente del Distretto Agrumi di Sicilia: “Vogliamo raggiungere direttamente i consumatori italiani. Per questo da anni guardiamo con attenzione al mondo dei mercati ortofrutticoli dove grossisti e operatori fanno la prima strategica selezione di frutta e verdura di qualità da portare sulle tavole degli italiani. Abbiamo notato come il consumatore italiano acquisti volentieri agrumi siciliani – e in genere frutta “Made in Italy” – per quel valore affettivo e di identità legato alla certezza dell’origine territoriale,  garantita dai marchi Dop e Igp, e della qualità. Ma dobbiamo aiutarlo a riconoscere il prodotto d’eccellenza direttamente nel punto d’acquisto. Per questo è strategico il ruolo dei mercati ortofrutticoli, garanti della tracciabilità dei prodotti, all’interno di una logica di sistema di tutto il comparto agrumicolo che in Sicilia comincia dal MAAS (Mercati Agroalimentari Sicilia), soci del Distretto e sottoscrittori del Patto”.

Da Brescia, il presidente del Consorzio Brescia Mercati S.p.A, Giovanni Pagnoni, conferma: “Ospitiamo questo confronto con la certezza che fare rete, fare sinergia per promuovere a tutti i livelli le produzioni agroalimentari italiane, è l’unica strada per vincere e per ridare spazio e redditività alle imprese della filiera. L’obiettivo finale rimane il consumatore che può essere raggiunto attraverso i canali distributivi tradizionali; canali che a loro volta devono saper dare valore aggiunto al prodotto della nostra terra”. Funzionale il ruolo di Cia Sicilia come spiega il vicepresidente regionale Giuseppe Di Silvestro: “Per questo workshop a Brescia abbiamo coinvolto il mondo dei produttori siciliani certi che, solo attraverso l’aggregazione e l’innovazione di sistema, il comparto agrumicolo potrà recuperare le proprie reali potenzialità”

UN SORSO DI SALUTE CON L’ARANCIA DI RIBERA DOP

BUONA DA BERE BUONA DA MANGIARE

 
Percorso: